confartigianato alessandria


CAAF CONFARTIGIANATO 

Segue per te tutto il percorso burocratico dell’assistenza fiscale.
I nostri esperti ti spiegano in modo semplice quali sono i documenti necessari da raccogliere in tempo utile per rispettare le scadenze, elaborano per te le pratiche fiscali e le presentano agli istituti competenti.
.
I nostri servizi CAAF sono:
  • Dichiarazione Redditi Mod. 730
Sono esonerati dalla redazione della dichiarazione:
 - chi nello scorso esercizio ha percepito solo redditi di lavoro dipendente o di pensione corrisposti da un unico sostituto d’imposta che ha effettuato le ritenute di acconto – o redditi di lavoro dipendente corrisposti da più soggetti ma certificati dall’ultimo sostituto d’imposta che ha effettuato il conguaglio – e dell’abitazione principale e sue pertinenze (il box o la cantina).
- chi ha solo redditi derivanti esclusivamente da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa e contratti a progetto, intrattenuti anche con più sostituti d’imposta, se interamente conguagliati. Fanno eccezione le collaborazioni amministrativo-gestionali, non professionali, con società e associazioni sportive dilettantistiche.
- chi ha solo redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta (ad esempio, per attività sportive dilettantistiche fino a 28.158,28 euro o interessi su c/c bancari o postali) o soggetti a imposta sostitutiva (su Bot e altri titoli pubblici).
Per chi ha solo redditi da pensione, di terreni fino a 185,92 euro e dell’abitazione principale, l’obbligo a dichiarare scatta oltre i 7.500 euro. Per i soli redditi fondiari scatta oltre i 500 euro. Non ci sono limiti per chi ha solo redditi dei fabbricati derivanti esclusivamente dall’abitazione principale ed eventuali pertinenze. Inoltre non è obbligato alla dichiarazione chi ha un reddito complessivo, al netto dell’abitazione principale e relative pertinenze, fino a: 8.000 euro, con un reddito di lavoro dipendente o assimilato per un periodo di lavoro non inferiore all’anno e senza ritenute; 7.500 euro, compreso l’assegno periodico corrisposto dal coniuge, quello per il  mantenimento dei figli; 7.500 euro, tra cui una pensione per almeno un anno e senza ritenute; 7.750 euro, cui concorre un reddito di pensione per almeno un anno, se il contribuente ha almeno 75 anni e il sostituto d’imposta non ha operato ritenute; 4.800 euro, cui concorre uno dei redditi assimilati a lavoro dipendente per i quali la detrazione non è rapportata al periodo di lavoro (per esempio, i compensi per l’attività libero-professionale intramoenia dei dipendenti del Servizio sanitario nazionale e i redditi di attività commerciali non esercitate professionalmente o di lavoro autonomo non abituali).
Non è obbligatoria per chi ha solo redditi esenti: pensioni di guerra e pensioni privilegiate ordinarie per i militari di leva; pensioni, indennità (anche  l’accompagno) e assegni erogati dal ministero dell’Interno a ciechi civili, sordomuti e invalidi civili; sussidi a favore degli hanseniani; pensioni sociali; borse di studio universitarie; rendite Inail per invalidità permanente o morte; compensi per attività sportive dilettantistiche fino a 7.500 euro.
Possono dichiarare i redditi con il 730  i contribuenti che l’anno passato sono:
  • lavoratori dipendenti e pensionati;
  • soggetti che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente, come il trattamento di integrazione salariale o l’indennità di mobilità;
  • soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • giudici costituzionali, i parlamentari nazionali, i titolari di altre cariche pubbliche elettive, quali i consiglieri regionali, provinciali, comunali;
  • impegnati in lavori socialmente utili;
  • produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta, Irap e Iva;
  • lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato inferiore all’anno che presentano il 730 al sostituto d’imposta, se il rapporto di lavoro dura almeno da aprile a luglio 2010; a un Caf o a un professionista abilitato, se il rapporto di lavoro dura almeno da giugno a luglio 2010 e se si conoscono i dati del sostituto che effettua il conguaglio;
  • personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato, se il contratto dura almeno da settembre ’09 a giugno ’10;
  • lavoratori con solo redditi da collaborazione coordinata e continuativa almeno nel periodo giugno-luglio 2010, che conoscono i dati del sostituto che effettuerà il conguaglio;
  • rappresentanti o tutori di persone incapaci, compresi i minori, per i redditi di questi, se per questi contribuenti ricorrono le condizioni per il 730.
Negli altri casi, chi ha l’obbligo della dichiarazione utilizzerà Unico Persone fisiche.
Con il 730 si possono dichiarare i redditi: di lavoro dipendente e assimilati; dei terreni e dei fabbricati;di capitale; di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva; alcuni dei redditi diversi; alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.
Con il 730 i coniugi possono presentare la dichiarazione dei redditi in forma congiunta, purché almeno uno abbia i requisiti per utilizzare il modello.
  
I termini per la presentazione sono:
Attenzione
Il Dpcm 3 giugno 2014 ha prorogato i termini sopra indicati, al 16 giugno (per la presentazione del modello a un Caf o a un intermediario abilitato) e al 24 giugno (per la consegna al contribuente della dichiarazione elaborata e del relativo prospetto di liquidazione).


- Modello ISEE l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente.

L’ attestato contenente l’indicatore I.S.E.E. consente ai cittadini di accedere, a condizioni agevolate, alle prestazioni sociali o ai servizi di pubblica utilità quali:
  • assegno per il nucleo familiare
  • assegno di maternità
  • asili nido
  • mense scolastiche
  • borse di studio
  • agevolazioni per tasse scolastiche
  • alloggi comunali
  • servizi socio-sanitarie domiciliari
  • agevolazioni per servizi di pubblica utilità (luce, gas)

- Certificazioni reddituali (RED)

- Modelli ICRIC, ICLAV o ACCAS/PS
 
 
Vieni a trovarci nelle seguenti sedi:
 
Alessandria  Palazzo PACTO Spalto Marengo - 0131.286511 d.rocchetta@confartigianatoal.it / s.bonandin@confartigianatoal.it / caaf@confartigianatoal.it      
dal lunedì al giovedì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 13,30 alle ore 17,00
al venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30
 
Tortona Zona Coinart 2 - 0131.862368 d.rocchetta@confartigianatoal.it / s.bonandin@confartigianatoal.it
al martedì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle 14,00 alle ore 17,30
al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30
 
Acqui Terme Via Amendola 6 angolo Corso Roma - 0144.323218 inapa.acqui@confartigianatoal.it 
dal lunedì al giovedì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 17,30
al venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30
 
Casale M.to Via Galeotto del Carretto 10 - 0142.781962 inapa.casale@confartigianatoal.it        
dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00 e al martedì apertura pomeridiana dalle 15,00 alle 18,00
 
Novi Ligure Via F. Cavallotti angolo V.le Saffi 53 - 0143.746929
d.rocchetta@confartigianatoal.it / s.bonandin@confartigianatoal.it
al martedì e giovedì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 17,30
 
Ovada Via Piave 25 - 0143.86457
 d.rocchetta@confartigianatoal.it / s.bonandin@confartigianatoal.it
al lunedì e al mercoledì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 e dalle 14,00 alle ore 17,30